Nebbia

La nebbia è il senso del pudore di queste lande desolate.

Un velo, se ci pensi, è il rimedio ideale. Un velo che escluda tutto ciò che è sgradevole allo sguardo, indigesto alla coscienza.

E’ più semplice così sentirsi migliori: col nostro caldo appartamento, il frigo pieno, l’auto in garage e nessuna etichetta a marchiarci, come diversi, affissa sulla porta di casa.

Ci si sente più buoni guardando i cattivi fare il loro dovere (in fondo obbediscono soltanto agli ordini) quando i cattivi non hanno a che fare con noi, perché se non ce l’hanno con noi, vuol dire che righiamo dritto: che siamo bravi cittadini.

E le regole si rispettano, anche se sono i cattivi ad averle dettate. Peggio per gli altri, i diversi, probabilmente non hanno fatto niente di male, ma…

Ah! Qualcosa avranno pure combinato, a noi non importa, niente “se” e niente “ma”: non immischiamoci in fatti che ci non riguardano.

Chiudi bene la porta di casa e alza di un grado il termostato, che fuori fa freddo, e prepara una bella cena. Io intanto apro il vino, che dobbiamo brindare a questa bianca nebbia benedetta.

Guarda che bel niente che si vede là fuori.

12 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...