5 cose che ancora non sai sulla Befana

Fino a qui tutto bene: il mondo è, da due anni, sconvolto da un morbo letale, nell’est Europa sta per scatenarsi potenzialmente la Terza Guerra Mondiale e sui social ci si scanna avendo la pretesa di decidere chi sarà il prossimo Presidente della Repubblica italiana. Per fortuna la nostra BD ci riporta alle cose veramente importanti e per questo non le saremo mai abbastanza grati.

Oggi infatti, su sua richiesta, parleremo delle 5 cose che ancora non sai sulla Befana.

1) Molto spesso, in questa rubrica, ci troviamo a rispondere alla domanda: “Esiste davvero”? Anche questa volta la risposta è “Sì”. Cosa che per altro, se stai leggendo questa rubrica, ti parrà ovvia. A differenza di Babbo Natale (vedi articolo correlato) non si tratta di una carica che passa in eredità di Padre in Figlio. La Befana è la stessa dal giorno in cui questa figura leggendaria è stata inventata: ella è nientepopodimeno che Maria Antonietta d’Asburgo-Lorena. Il 16 ottobre 1793, dopo aver inscenato la sua finta decapitazione, ingurgitò una pozione magica che le cambiò l’aspetto e le donò una inaspettata longevità. Da quel giorno ogni 6 Gennaio, compleanno del suo amato barboncino FrouFrou, riempie le calze per i bimbi di tutto il mondo.

2) Dove viva la Befana è un mistero che è ancora irrisolto. Si sposta di continuo, come un testimone chiave inserito in un programma di protezione. Ha vissuto per certo in Lussemburgo, alle Isole Cayman, a Saluzzo (CN) e, per tutta la durata della seconda guerra mondiale, in una mansarda di Montevideo (Uruguay). L’ultimo avvistamento risale all’ottobre scorso, nel centro storico di Lecce: amici salentini tenete gli occhi aperti!

3) Carbone per i cattivi. Uno dei più grossi malintesi circa la simpatica vecchina è legato al giudizio morale che essa darebbe circa i bambini a cui porta i doni: Niente di più falso: per la Befana i bimbi sono tutti uguali! Li disprezza tutti allo stesso modo e porta loro doni al solo scopo di arrecare danno. Dolciumi per far venire ai bimbi carie e diabete, carbone per provocare incendi.

4) Chi c’è dietro la Befana? Di cosa campa? Qua tocchiamo un punto spinoso: in pochi hanno provato a rivelarlo e in genere si tratta di gente che è poi stata trovata morta in circostanze misteriose. Quindi mi terrò sul vago. Dirò solo che, nelle voci di spesa di un certo stato europeo, dal 1793 esiste una voce “Fond Marie Antoniette”. Per il 2021 erano stati stanziati 2,3 Milioni di euro e una baguette.

5) Ma è legale? Può sembrare incredibile, ma in alcuni Paesi la Befana è illegale. E’ il caso del Texas (USA), nel quale sulla Befana c’è una taglia “Dead or Alive” da 40.000 dollari, e della Bulgaria, dove la Befana è al numero 5 della lista dei Nemici del Popolo. In Grecia, Tunisia e Portogallo la Befana è legale, ma ritenuta “sconveniente” pertanto chi la festeggia lo fa con molta discrezione.

Ottimo! Al momento la guerra non è ancora scoppiata, quindi possiamo fare programmi per la prossima settimana. A proporre il tema sarà L’irriverente  che ci trasporterà nel torbido mondo della Grammatica: parleremo infatti delle 5 cose che ancora non sai sul Gerundio.

Nella beata speranza che il Mondo non venga cancellato da un olocausto nucleare, vi invito a pensare a cosa vi piacerebbe leggere nelle prossime puntate di questa rubrica. Scrivetelo nei commenti! GRAZIE!

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...