Il misterioso manoscritto

farmacovigilanza.jpg

Una parte del mio lavoro comporta il prender parte a riunioni, spesso di più giorni.
Non di rado, quando tutti se ne sono andati, rimangono sui tavoli: carte di caramelle, penne dell’hotel ormai esauste e semidistrutte da mani nervose, appunti e disegnini, tracciati per mantenere la concentrazione o per distrarsi.
Qui di seguito vi riporto integralmente un foglio A4 ritrovato alcuni anni fa in una sala riunioni a Venezia. Autore ignoto. Calligrafia maschile, inchiostro nero.

“Fronte svedese, 50.000 baionette sguainate, mortai, obici da 122 e varia artiglieria, ma un solo responsabile della farmacovigilanza.
La farmacovigilanza di oggi è un po’ arrugginita, bisogna quindi stare molto attenti a non tagliarsi, altrimenti ci saranno molti form da compilare e da spedire tempestivamente all’AIFA.

Cos’è la Farmacovigilanza?
E’ una slide di powerpoint scritta fitta fitta, piena di acroinimi tipo: FV, ADR, OMS. Per precauzione la truppa stacca il cervello, allo scopo di non incorrere in corto circuito cerebrale.

Evento avverso è qualche cosa che succede.

Reazione avversa… boh: mi sono perso la slide. Comunque RCP, ma anche FI.

Ci sono farmaci che ti possono far esplodere, altri che possono liquefarti le unghie dei piedi o far sviluppare in modo abnorme i peli del naso.

Terminologia: uno schema molto complicato. Direi: inatteso, secondario, a tratti collaterale. Comunque è probabile che tu muoia. Ricorda prima di inviare il file apposito all’AIFA.

Quando una molecola è nuova, deve essere sperimentata. Ecco perché esistiamo: SORVEGLIANZA POST MARKETING. Siamo cavie paganti, curiamoci e poi vediamo che succede.

Non entriamo nei dettagli normativi. Già non ci capiamo un cazzo così, figurati se entriamo in ambito legale. Entro 60 gg, che poi divenne entro 900 gg. Cioè: arrangiatevi.

Comma 342. Comma 343. AIC. Salute!

Articolo 17: obblighi legali. AIFA. EMA. E ma l’articolo 23…
Eudravigilance, quindici giorni solari. E’ grave? No. Allora 90 giorni (lunari?). Ma cosa? Non lo so. Neanch’io.

La ASL competente del territorio. Resta valido il vecchio 219 del 2006, ma anche l’art.22 del 30.04.2015. Mi sento molto più sereno.
Sanzioni. Oh cazzo.

Finalmente gli stampati, i form. Me ne dà uno con l’autografo?
Comunque c’è il link, c’è la mail. Non lo stiamo a vedere in dettaglio, abbiamo tutti sonno, ma ancora nessuno è caduto a faccia in giù sul tavolo.

Facciamo degli esempi. No dai… Sì. Li fa. TUTTI.
La cosa fondamentale è che noi sappiamo, che noi segnaliamo, mail, telefono fisso, cellulare.
Con questo abbiamo concluso. Ci sono domande?

Se qualcuno ne fa, lo ammazzo a sediate.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...