Il compleanno

In quel tempo, Giorgio aspettava i suoi 12 apostrofi fuori dal night “Il pitone sbarazzino” per festeggiare il suo compleanno.

Arrivarono alla spicciolata: prima Pietro, poi Bartolomeo, via via tutti gli altri. Tutti tranne Giuda che, malgrado le ripetute telefonate, continuava a rendersi irreperibile.

Entrati che furono nel locale, si accomodarono al tavolo e ordinarono una magnum di cedrata e una jacuzzi piena di popcorn.

La musica era buona e la compagnia divertente.

Appena finì “Tanti auguri” di Raffaella Carrà, calò il silenzio in sala e si accesero le luci: era Giuda, accompagnato da due pattuglie di agenti in borghese.

Pietro lanciò lontano il pezzetto di fumo che teneva in tasca, Filippo svenne per la tensione, Simone e Mattia scrutavano la sala per trovare una via di fuga.

“Sorpresa!” gridarono a quel punto gli ultimi arrivati, facendo entrare in sala una bella torta, a tre piani, con su scritto: “Buon Compleanno dalla Digos”.

Tirarono tutti un sospiro di sollievo, Giorgio si sentiva invecchiato di quattro anni in cinque minuti, ma almeno questa volta l’aveva fatta franca.

E’ Parola di Giorgio.

16 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...