Il microscopico animaletto

Ciao bimbi! Nonno Tritolo si è appassionato ai documentari sulla natura e passa le ore davanti allo schermo, a meravigliarsi delle varie cose che impara. Che stia cercando ispirazione per un nuovo tentativo di evasione, ispirato dal comportamento di questo o quell’animale? Staremo a vedere. Per il momento vi saluta e vi manda questa favola della buona notte.

Il microscopico animaletto

C’era una volta un microscopico animaletto che, insieme a tanti altri suoi simili, fluttuava nell’oceano in grossi banchi di plancton. Lui non era come gli altri, senza sentimenti e curiosità, occupati solo a galleggiare e a farsi trasportare qua e là dalle correnti. No: lui aspirava a qualcosa di più.

Era convinto che, con la forza della volontà, sarebbe riuscito ad evolversi in una nuova specie, superiore per intelletto e forza fisica alle precedenti. Si immaginava nuove elegantissime zampette spuntare dal suo primitivo corpicino e allungarsi ad occupare lo spazio intorno. Sognava pinne, branchie, apparati digerenti, respiratori e occhi! Ah! Gli occhi!

Avrebbe visto tutto ciò che lo circondava! Le forme, le distanze, i colori! Avrebbe visto tutto!

Avrebbe visto quanto il suo salto in avanti nella scala evolutiva lo avrebbe fatto diventare magnifico rispetto agli altri e forse, perché no, pure minaccioso, grande e potente.

Si sognava allora come un enorme drago sputafuoco marino, che dominava gli oceani e pure la terraferma. Eh sì, perché presto le sue zampette gli avrebbero consentito di colonizzare la terra e di diventare il Signore dell’Universo.

C’era una volta, nella stessa volta del microscopico animaletto, pure una normalissima balena. Non molto intelligente e nemmeno tanto spaventosa, ma molto affamata. Dragava le acque salate con i suoi enormi fanoni, nutrendosi di tutto quello che ci rimaneva impigliato.

Poche ore dopo, i sogni di gloria del microscopico animaletto finirono dove era giusto che finissero: in un enorme stronzo di balena.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...