5 cose che ancora non sai sul divorzio

Dopo una lunga serie di puntate correlate al matrimonio la nostra eleonorabergonti chiude il cerchio e ci porta alla fine del giro: oggi infatti ci occuperemo delle 5 cose che ancora non sai sul divorzio.

1) Ogni anno, in Italia, per ogni due coppie che si sposano ce n’è una che divorzia. I matrimoni, dal 1970 in poi, continuano a calare, mentre i divorzi crescono. Perché il divorzio ha così tanto successo, malgrado la pessima pubblicità che la multinazionale del matrimonio religioso gli fa? Vediamo i dati: il 25% delle persone divorziate dichiara di aver chiuso il matrimonio per incompatibilità caratteriale/sessuale, il 31% dichiara di averlo fatto perché innamorato di un’altra persona, e ben il 42% dichiara di aver scelto il divorzio solo per fare un dispetto al Papa. Il restante 3% ha divorziato perché così gli è stato consigliato su Facebook.

2) Vietato divorziare. Facciamo poco gli splendidi: quando inorridiamo di fronte a Paesi in cui il divorzio è vietato, ricordiamoci che da noi è diventato legge solo nel 1970. L’uomo era già andato sulla luna e da noi esisteva ancora il delitto d’onore (abrogato con calma, nel 1981). Comunque, ad oggi è vietato divorziare in due Nazioni: le Filippine e Città del Vaticano. Sulla base di questa affinità legislativa più di 100 nazioni propongono a gran voce di trasferire il Vaticano a Manila. Tra i paesi fortemente contrari all’iniziativa le Filippine: “Abbiamo già abbastanza problemi” è la dichiarazione di un ministro che, per ovvi motivi, ha chiesto di rimanere anonimo.

3) Divorzio facile. Negli ultimi anni divorziare, in Italia, è diventato molto più facile, ma all’estero abbiamo esempi virtuosi che ci superano in velocità. Nel Nevada (USA) è possibile divorziare alle slot machine, ma solo tra le 18 e le 22, in Mozambico per divorziare è sufficiente indovinare se uscirà testa o croce dalla monetina lanciata da una qualsiasi autorità pubblica (basta un vigile urbano).

4) Da record è la vicenda di John Tripadvisor, ex guida turistica californiana, che ha all’attivo ben 11 divorzi. Nella sua biografia “Non tutto il sale viene per cuocere” racconta di aver sofferto molto per il suo primo divorzio, tanto da dover affrontare il problema in analisi. Percorso doloroso, alla fine del quale lo psicologo gli consigliò, per affrontare il trauma, di divorziare ancora e ancora, fino a guarigione completa. Oggi John ha 73 anni e vorrebbe risposarsi ma, inspiegabilmente, nessuno lo vuole.

5) Tutti al cinema! Il tema della separazione e della fine di un amore è uno dei bacini di pesca più ricchi per l’industria cinematografica: decine e decine di capolavori, amari e commoventi, ci hanno frantumato i dotti lacrimali e i coglioni dai tempi dei Fratelli Lumière ad oggi. Se Hollywood spara i suoi “Kramer contro Kramer”, Cinecittà non sta a guardare: sono iniziate proprio in questi giorni le riprese del film post-apocalittico “Io sono Divorzio” con Pierfrancesco Favino nel ruolo del divorzio.

Eccoci giunti illesi alla meta dell’Ulteriore Sapienza. Non paghi, settimana prossima, grazie ad Alessandro Gianesini, scopriremo le 5 cose che ancora non sai sugli extraterrestri presenti sul Pianeta Terra.

Non dimenticate di scrivere nei commenti l’argomento che volete leggere su questa rubrica! Ciao!

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...