L’amour

La notizia del giorno è una non notizia: un essere umano ha amato un altro essere umano. Orrore!

Un prete in carriera, di quelli vestiti di rosso, uno in gamba, coi gradi intendo, pare (e sottolineo pare) abbia allacciato una relazione con una donna: “comportamento ambiguo” dice il tribunale dell’inquisizione che, anche se l’hanno chiuso, è sempre in attività.

Ma a chi importa veramente se (e come e quanto) qualcuno ha inserito parti di sé in altre parti di un altro sé? A voi importa?

Importa, nel caso vi importi, se l’inserimento sia stato accompagnato dal cosiddetto “amore” oppure no?

Il mio compaesano Andrea Gallo, che di mestiere faceva il prete da marciapiede e che i galloni non li vedeva neanche coi binocoli, lo diceva chiaramente che il celibato imposto al clero era una tortura.

E lo diceva a tutti e lo mandava a dire al CEO della sua ditta, ma il CdA gli rispondeva col più velenoso dei sacramenti: l’indifferenza.

E così le persone scopano. Ma pensa te.

Non l’avrei mai detto.

9 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...