Mani Buone

Un’ultima camminata con un amico, gonfi di lacrime e di ricordi, su per la strada che porta alla chiesa.

Inquadrati per quattro ti avanziamo davanti. Facce alla finestra, dietro le vetrine, sul marciapiedi, braccia conserte e in silenzio. Pure il cagnolino, che ci vede passare, ci corre incontro fino alla grata, ma non si azzarda ad abbaiare.

I nostri scarponi poggiano per terra leggeri, l’unico rumore che si sente è il fruscio delle nostre divise rosse: regolare e lento come il respiro di una grossa bestia ferita.

E poi si soffre, come si soffre al funerale di un amico, ma ci facciamo forza e ingoiamo il rospo, che a più riprese si presenta in gola.

L’officina dell’Altissimo aveva bisogno delle sue Mani Buone.
Non c’era altra spiegazione.
Perché noi qui il Gianfranco ce lo saremmo tenuti ancora 1000 anni.

Lassù è di certo arrivata una nuova ambulanza.
Così nuova, ma così nuova, che nessuno ci capisce niente.

A cosa serve un’ambulanza in paradiso?
A scortare gli equipaggi di 118 qui sulla Terra,
A guardarci dai pericoli che non vediamo,
A reggere la 7ª e l’8ª maniglia del telo,
A tenerci compagnia nelle lunghe attese in Pronto Soccorso,
A dirci in un orecchio di stare calmi.

E cosi Dio disse: «Giaff… manca l’autista…».
Gianfranco è fatto cosi: non dice mai di NO.

Dovreste sentire che razza di sirena che c’ha quell’ambulanza.”

E poi le parole di sua Moglie, quelle di suo figlio e del suo caro amico Dario. Il coro attacca “Signore delle cime”.

Mazzata tremenda alla tenuta dei nostri canali lacrimali. Eppure resistiamo, coi lucciconi, ma resistiamo.

Ci abbiamo provato in tutti i modi a tenere asciutti gli occhi, sull’attenti nelle nostre divise rosse, ma quando è arrivata l’ultima chiamata: ”Volontario Larghi Gianfranco, matricola 0006” quel “PRESENTE!” lo abbiamo gridato tutti piangendo.

Ciao silenzioso, Grande Uomo Buono.

Ciao Giaff.

9 commenti

  1. Già solo che lo chiami Giaff mi piace…..
    Questa che avete visto oggi è la Cri che conosco io. QUESTA.
    Poche parole, organizzazione e tanti fatti.

    Continuerete (mo) seguendo questo suo insegnamento. Lui in fondo vorrebbe così!

    Piace a 1 persona

    • Ci ho messo un po’ a rispondere perché oggi sono facile al pianto.
      (Ci ho messo 7 minuti a leggerla ad alta voce a mia moglie 🥺 prima di pubblicarla)
      Scrivere mi rende vulnerabile.
      Queste tue parole sono una grossa ricompensa. Ti ringrazio di cuore. 🙏🏻

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...