U.R.S.S.

Breznev
C’è stato un tempo in cui l’Europa era semplicemente un continente.
Libero da implicazioni socio-economico, se ne stava lì: incastrato tra l’Africa e l’Asia.
Ogni paese aveva la sua lingua, le sue usanze, i suoi prodotti, la sua moneta.
La nazione più grande di quell’Europa si chiamava Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, per gli amici: URSS.
Parlo soprattutto ai giovani, perché, per chi è nato dagli anni 70 in su, tutto ciò che sto scrivendo è ben noto. Quello che voglio dirvi è che mi dispiace per voi, che tanto faticate per inserirvi nella Società: l’URSS sarebbe stato il vostro paese ideale.
Ecco un breve elenco dei motivi per cui rimpiangerla:

Sport
L’URSS è stato l’unico Paese a portare un Portiere al Pallone d’Oro (Lev Jašin – soprannominato “Il ragno nero”).

Parità di genere
Vi sarebbe bastato vedere una qualunque competizione di atletica leggera per capire: le atlete e gli atleti sovietici erano pressoché indistinguibili.

Tecnologia
L’Unione Sovietica è stato il primo paese: 1) a lanciare un satellite artificiale in orbita (Sputnik 1), 2) a mandare un essere vivente nello spazio (la cagnetta Laika nel 1957), 3) a spedire in orbita il primo astronauta (Jurij Gagarin nel 1961).
In pochi sanno che sono stati proprio gli ingegneri sovietici a progettare il primo balsamo per capelli ricci (anche se poi il progetto venne cancellato perché bollato come anticomunista).

Pace nel mondo
Malgrado fossero in possesso di uno dei due arsenali nucleari maggiori dell’epoca, mai i sovietici hanno sganciato un’atomica su civili inermi.

Amore libero
“Libertà d’espressione” era il motto di questa meravigliosa nazione, e ognuno era libero di amare chi voleva, come testimonia la foto che vedete in testa a questo articolo.

Coerenza
L’URSS non ha mai “esportato la Democrazia” in altri paesi per poi assumerne indirettamente il controllo. Loro invadevano: carri armati e via.

Ma allora, mi direte voi? Come è stato possibile che un simile Eden finisse smembrato in mille stati e staterelli, forsennatamente votati al Capitale?

Le ragioni principali, che nessun libro di scuola mai riporterà, sono:

1) Il crollo del Comunismo. I Comunisti, e ve lo dico da Comunista, sono fatti così: non sopportano i Padroni. Siccome però i padroni erano loro, si autoboicottarono provocando la loro caduta. Siccome il Comunismo era molto pesante, il botto, quando crollò, fu grosso.

2) I vaccini. Vassjili Cagarov, scienziato di punta dell’epoca, realizzò la prima confezione di vaccino obbligatorio. Il Comitato Centrale lanciò subito una campagna di vaccinazione di massa. 22 milioni di sovietici vennero sottoposti all’iniezione. Solo nel 1987 si scoprì che il vaccino era contro l’Unione Sovietica.

3) Le scie chimiche. La prima fabbrica di scie chimiche fu costruita nell’attuale Ucraina nel 1963. A pieno regime era in grado di produrre fino a 25 tonnellate di scie chimiche al mese. Con l’avvento e lo sviluppo globale di internet, divenne possibile trasportare le scie chimiche tramite la Rete e farle comparire ovunque. Contrariamente a quanto la propaganda comunista-anticomunista ha diffuso fino ai giorni nostri, le scie chimiche sono totalmente innocue e non servono a un cazzo. Però piacevano un sacco alla figlia di Stalin. Quindi in onore al Padre della Patria, la produzione continuò fino a mettere in ginocchio il Paese.

 

Vi avviso: la propaganda comunista-anticomunista verrà ad insinuare dubbi su queste verità. Mi raccomando: tenete duro e ripetete: “L’ho letto su Internet e quindi è vero”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...