Lettera aperta al Turista

Gentile Signore,

Le scrivo dalla bellissima Genova. E’ probabile che prima o poi Le venga voglia di visitare la mia città. Per questo motivo Le sto scrivendo: PER METTERLA IN GUARDIA.Genova
Io La capisco, Genova è stupenda, ricca d’arte, superbi panorami, maestosa architettura: è normale che si programmi una gita da queste parti.
Solo che qua non c’è solo l’Acquario, il Porto Antico, il Centro Storico più grande d’Europa. In questa città vive anche la specie animale più pericolosa del pianeta: l’esercente ligure.

Le faccio un esempio, tanto per farle capire.
Caro Signore, ipotizzi di voler prendere un caffè, in uno dei quartieri più belli della città.
Bene. Lei entra in un bar e dice: “Buongiorno”.
La barista, sciatta, chioma bisunta, finisce di parlare con un suo amico al bancone prima di darle retta. Ovviamente non risponde al saluto, ma a Lei non interessa: è in vacanza e non vuole far altro che prendere un caffè.
Lei ordina gentilmente il caffè e un bicchiere d’acqua. La barista le pone la domanda trabocchetto:”Le va bene questo (piccolo) bicchiere?”. E’ piccolissimo, ma Lei risponde di sì. Bravo: se avesse scelto il bicchiere più grosso, l’acqua gliela faceva pagare.
A questo punto, bevuto e pagato il tutto, Lei chiede se può usare il bagno. La barista le risponde: “Là dietro”, indicando un punto alla vostra sinistra.
Per raggiungere il bagno deve scavalcare tre pacchi di bottiglie di acqua, messe lì come per sbarrare il passo, aggirare il bancone, percorrere il corridoio sporco e poi aprire una porta, che un perentorio cartello intima di chiudere al più presto. Qualcosa abbaia nel buio.
Oltre la porta un altro corridoio, arredato con macerie e molto più sporco del primo, la conduce al bagno. Sopra la tazza il seguente cartello:

bagno
Il caffè Le torna su, ma Lei si fa forza, perché questa vacanza se la vuole godere. Sicché piscia e intanto programma la visita a Palazzo Rosso. Tira la catena, lascia più pulito di come ha trovato e ripercorre il dedalo in senso contrario. Prima dell’ultima svolta, capisce finalmente il perché di quel “muretto” di bottiglie: servono a non far uscire due cagnetti piccoli e pelosi, che non vedono acqua e sapone da almeno un anno. Uno dei due ha da poco pisciato ai piedi del tavolo in acciaio su cui la barista prepara i toast.
Lei esce salutando, inorridito, e prosegue verso il suo agognato museo.

Ecco: se Lei è proprio convinto di venire in vacanza in Liguria, si prepari.
Non è una leggenda metropolitana: questo tipo di esercente ligure esiste.
CI TENGO A SOTTOLINEARE che questa NON E’ LA NORMA. Ma non è nemmeno lo scenario peggiore: in fondo la barista Le ha anche parlato, Le ha fatto usare il bagno e dato l’acqua gratuitamente! Poteva andare peggio.

Se volete farvi un’idea GRATIS di cosa vi aspetta, può dare un’occhiata a questo tutorial che ho preparato per chi, come Lei, non ha le basi per affrontare questa terra.

Perché la Liguria è bella, ma va vista solo dopo una adeguata preparazione.

Annunci

4 comments

  1. L’atlante della scostumatezza non si ferma certo a Genova. Ce ne sono esempi un po’ dappertutto, ma in alcune aree sembra che turisti e vacanzieri diano proprio fastidio tranne, è ovvio, nel momento esatto in cui posano i soldi sul bancone. Un esempio di prima mano? Cinque Terre. Ancora in Liguria, ma non è un fatto voluto.

    Mi piace

    • Premetto che come Aurelio sono di Zena…la differenza, neppure troppo sottile, è che l’esercente ligure, soprattutto genovese, ti fa pesare che sei in casa sua e gli stai dando fastidio anche nel preciso istante che prende i soldi!! 😄 😄

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...