Il Mostro del Tevere

Mostro Tevere

Radio Deejay posta su Facebook un filmato. Linka dal Blog di Rudy Zerby.
“IL VIDEO CHE TERRORIZZA LA RETE”, ma si vede solo una cosa, pare un tronco, galleggiare nel Tevere.
Apparentemente è un gioco, uno scherzo, molti commentano buttandola sul ridere, altri ancora se la prendono con Rudy per aver fatto sprecare loro del tempo prezioso.

Ma qualcuno, ha visto, i testimoni ci sono.

“Io ero sul ponte” dice Andrea “e posso giurare che non si trattava di un tronco. Vedevo degli spaghi sul dorso di quella cosa. E aveva due orecchie. Ne sono certo. Due orecchie a punta”

Marta, che si trovava sulla sponda opposta rispetto a Rudy, aggiunge sconvolta: “Non era un tronco. Sono ancora sotto shock… Ha sollevato il muso e mi ha guardato…”

Io commento tra me e me la cosa, quando la casella e-mail lampeggia.
Il Prof. Bruno Slijskovich dalla lontana Gbrezwek (Lettonia), mi scrive tra l’allarmato e l’eccitato di aver riconosciuto, in quell’oscuro oggetto fluttuante, la risposta ad anni di ricerche.
Conosco Bruno dai tempi dell’università, è un brillante scienziato, mi stupisce il suo repentino interesse. Accendo Skype e lo chiamo.

Quello che mi ha raccontato mi ha spinto a scrivere per tutti voi questo post. Vi prego di darne la massima diffusione, nell’interesse di tutti.

In breve, il Prof. Slijskovich afferma che, per colore, dimensione e movimento, la “cosa” filmata da Zerbi è una nuova specie mutante che era prevista nella Teoria dell’Evoluzione Relativa pubblicata cento anni fa da suo nonno: Albert Slijskovich.
“E’ scoperta che cambierà storia di Umanità. Si tratta di esemplare femmina di Porchetta Mutante di Ariccia!” mi dice gasatissimo il Professore “Sta andando verso foce di fiume dove maschio aspetta per fare accoppiamento, questa è stagione di amore per Porchetta Mutante.”

Cosa accadrà quando questa specie si troverà a nuotare nel Mar Tirreno? E’ un animale pericoloso per l’uomo?

“Questo io non posso dire. Probabile che pericoloso per colesterolo, per uomo non so.” risponde il Professore “ma Scienza deve indagare e deve fare in fretta!”

L’Estate è tra pochi mesi. Una nuova minaccia si affaccia alle nostre coste.
State all’erta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...